Green

Un’Europa più verde e priva di emissioni di carbonio, grazie all’attuazione dell’accordo di Parigi, ed agli investimenti nella transizione energetica, nelle energie rinnovabili e nella lotta contro i cambiamenti climatici, nella tutela delle risorse naturali e a favore dell’economia circolare e al tempo stesso promuovendo occupazione di qualità. Azioni di informazione, sensibilizzazione e educazione ambientale saranno fondamentali per attivare la partecipazione della popolazione.

Il sindaco di Cagliari Truzzu ci racconta come il centro cittadino sta diventando più bello

Pillola di Coesione #70 – Andiamo a scoprire il progetto del nuovo polo universitario di Aosta, che risponde a numerosi obiettivi dell’UE, cioè essere un edificio green, smart e soprattutto inclusivo

Pillola di Coesione #69 – Analizziamo e spieghiamo la situazione europea sui cambiamenti climatici e il ruolo del Green Deal. Nel fare ciò, ci può aiutare un importante strumento digitale europeo, chiamato Climate Action Tracker

Aosta, città dell’Italia nord-occidentale, è nota per la sua ricca storia e per i suoi splendidi panorami alpini. Recentemente, la città ha subito una trasformazione con l’aiuto di MCA, uno studio di architettura specializzato nella conservazione degli edifici storici e nell’introduzione di elementi di design moderno.

Di questo fa parte anche il progetto per la realizzazione del polo universitario di Aosta. Tale intervento è destinato a diventare un punto di riferimento della Aosta contemporanea ed è stato progettato per rivitalizzare un’intera area del territorio mantenendo intatto l’impianto planimetrico originale.

L’obiettivo del progetto è quello di conservare e valorizzare le strutture esistenti, creando al contempo nuovi spazi per l’istruzione, per l’impegno della comunità e la vita moderna.

Infatti, con i lavori iniziati nel 2013, il progetto prevede la costruzione di tre nuovi edifici che ospiteranno gli spazi comuni e le aule di diverse facoltà per circa 2000 studenti, per un finanziamento di circa 36 milioni di euro.

Scopri di più sul nuovo polo universitario di Aosta ascoltando il podcast “EU with YOU”: https://podcast.areanews24.it/podcast/areanews-eufactor.htm 

“EU with YOU” è il podcast di Eu Factor Next realizzato da Raduni, l’Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani, per raccontare ai cittadini da vicino come vengono spesi i finanziamenti europei. In ogni puntata il podcast racconterà la storia di un progetto finanziato dall’Unione Europea e dalla sua Politica di Coesione sul territorio nazionale.

Un dispenser tecnologico per innovare nel settore del vino

In un’epoca in cui le sfide della nostra società richiedono approcci interdisciplinari, la fusione di conoscenze provenienti da diverse materie diventa fondamentale per superare le complessità attuali. Il progetto “Biobits” è un esemplare risultato di questa sinergia e dell’impegno europeo nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative. 

Il cuore di questo progetto, ideato dall’Università di Torino in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale, batte all’unisono tra biologia e tecnologia. 

Il focus di “Biobits” si concentra sull’ambito agricolo, specificamente sull’analisi delle micorrize vescicolo-arbuscolari, funghi che si caratterizzano per il loro rapporto simbiotico con le piante. Le due università hanno esplorato l’impiego di enzimi e proteine derivanti da tali analisi nel contesto industriale per individuare sostanze e strumenti meno inquinanti.

Il risultato? Scoprilo, ascoltando il podcast “EU with YOU”: https://podcast.areanews24.it/podcast/areanews-eufactor.htm

“EU with YOU” è il podcast di Eu Factor Next realizzato da Raduni, l’Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani, per raccontare ai cittadini da vicino come vengono spesi i finanziamenti europei. In ogni puntata il podcast racconterà la storia di un progetto finanziato dall’Unione Europea e dalla sua Politica di Coesione sul territorio nazionale.

Pillola di Coesione #65 – All’evento organizzato da Europe Direct Emilia-Romagna tenutosi il 22 febbraio presso la Sala Borsa di Bologna si è parlato delle nuove prospettive europee dell’economia sociale con importanti rappresentanti del settore

Realizzato nella regione Basilicata, il progetto “Verso Matera, Magna Grecia, Vie della Transumanza del Sale e Francigene” rientra all’interno del Piano d’Azione e Coesione 2014-2020 (PAC) per un importo pari a 3.7 milioni di euro.  

Si tratta della realizzazione di una ciclovia, con un tracciato che riprende direttrici e percorsi antichi, riqualificando tracciati dismessi. In particolar modo: i Tratturi delle Vie del Sale, la Via del Francigene, la Via della Transumanza (Patrimonio Immateriale dell’Unesco) e l’Itinerario del Monaco Guidone, redatto nel 1119. 

L’obiettivo è quello di facilitare i collegamenti tra Matera e i Comuni limitrofi, che hanno deciso di collaborare per realizzare la ciclovia. Il tracciato sarà poi direttamente collegato alla stazione FAL (Ferrovie Appulo Lucane), nodo di connessione alle reti nazionali. 

Ascolta il podcast su questo ambizioso progetto della Regione Basilicata: https://podcast.areanews24.it/podcast/areanews-eufactor.htm

“EU with YOU” è il podcast di Eu Factor Next realizzato da Raduni, l’Associazione degli operatori radiofonici universitari italiani, per raccontare ai cittadini da vicino come vengono spesi i finanziamenti europei. In ogni puntata il podcast racconterà la storia di un progetto finanziato dall’Unione Europea e dalla sua Politica di Coesione sul territorio nazionale.

Pillola di Coesione #63 – La transizione ecologica e il cambiamento climatico sono temi fondamentali in tutta l’UE. Se ne è parlato al ciclo di incontri di avvicinamento alle Elezioni europee organizzato da Europe Direct Emilia-Romagna a Bologna

Montagna Sicura è il nome del progetto che punta a creare una cultura della sicurezza