Social

Un’Europa più sociale, che raggiunga risultati concreti riguardo al pilastro europeo dei diritti sociali, e sostenga l’occupazione di qualità, l’istruzione, le competenze professionali, l’inclusione sociale, ed un equo accesso alla sanità. L’obiettivo contribuisce inoltre a valorizzare il ruolo della cultura e del turismo nello sviluppo economico, per l’inclusione e l’innovazione sociale.

Pillola di Coesione #75 – SAVE THE DATE: Eu Factor Next sarà presente il 17 maggio al Festival delle Radio Universitarie di Roma organizzato da Raduni. Il 18 maggio saremo a Forlì all’European Youth Event con uno stand dedicato e tante attività. Venite a trovarci!

Il CER, non solo infrastruttura ma luogo di sperimentazione aperto a tutti

Nel Sannio i fondi europei consentono di rendere più efficiente l’irrigazione risparmiando acqua

Si avvicina la data di European Youth Event (EYE), la grande manifestazione promossa dal Parlamento Europeo, dedicata ai giovani tra i 16 e i 30 anni, chiamati a raccolta per confrontarsi sull’Europa e dare il proprio contributo di visione e progettualità.

L’evento a cadenza biennale, organizzato a Strasburgo dal 2014, quest’anno arriva in Italia per la prima volta: dal 17 al 19 maggio Forlì attende 4mila giovani da tutta Europa e non solo, con un ricchissimo programma di 200 attività gratuite, workshop, laboratori, anche artistici, dibattiti, visite guidate e tornei sportivi proposti da 200 organizzazioni giovanili che hanno risposto alla call.

In vista delle elezioni europee il Parlamento europeo finanzia, quest’anno, quattro edizioni nazionali di EYE, in due capitali, Berlino (Germania) e Vilnius (Lituania), a Brežice (Slovenia), oltre a Forlì.

La tappa italiana è promossa dall’Università di Bologna, in collaborazione con le istituzioni europee e i partner di EYE Forlì.

Il Progetto EU Factor Next sarà presente con uno stand dedicato per informare i partecipanti sulle attività del progetto ma, specialmente, per ascoltare dalle voci dei giovani europei quali speranze e quali priorità dovrebbe incarnare l’Europa del futuro.

Lo stand sarà animato da tre giornalisti europei provenienti da Spagna, Croazia e Paesi Bassi, che intervisteranno i partecipanti di EYE presso il Video Corner di EU Factor Next. Altre interviste saranno realizzate nel Campus e riproposte al pubblico mediante tv, radio e dirette social.

Eu Factor Next – per un’Europa coesa, sostenibile e giusta, è il progetto guidato da Legacoop Emilia-Romagna e la sua società di servizi Innovacoop attraverso il co-finanziamento della Commissione Europea, che ha l’obiettivo di comunicare e diffondere la Politica di Coesione e l’impatto che gli investimenti europei hanno sulla vita di cittadini, giovani e imprese non solo in Italia, ma in diversi Stati Membri. 

CONSULTA IL PROGRAMMA DI EYE

Pillola di Coesione #74 – Intervistiamo a Bologna i partner internazionali del progetto europeo SKI.F.T., un’iniziativa indirizzata alle piccole imprese dell’economia sociale per supportarle nella loro transizione verde

Una pubblicazione molto interessante (scaricabile gratuitamente, in diverse lingue, da questa pagina) alla scoperta di donne e uomini che hanno contribuito con visione e impegno alla nascita dello spirito europeo.

Combattenti della Resistenza, sopravvissuti all’Olocausto, personaggi politici e persino una stella del cinema: i leader visionari descritti in questo opuscolo hanno ispirato la creazione dell’Europa in cui viviamo oggi.

Erano un gruppo eterogeneo di persone mosse dagli stessi ideali: la pace, l’unità e la prosperità in Europa. Molti di loro si sono adoperati per porre fine al conflitto in Europa dopo gli orrori delle due guerre mondiali e per promuovere la pace e la solidarietà tra i popoli, agendo da paladini dei valori fondamentali su cui si fonda l’UE: libertà, democrazia e uguaglianza; rispetto della dignità umana, dei diritti umani e dello Stato di diritto; solidarietà e tutela di tutti i membri della società.

L’obiettivo di questo opuscolo è testimoniare l’importanza che i contributi di queste personalità hanno avuto per le fondamenta dell’UE.

I pionieri dell’UE si sono impegnati per la pace e la prosperità e per eliminare l’esclusione sociale e la discriminazione. Hanno contribuito a realizzare i sistemi che hanno portato alla stabilità economica e infine a una moneta unica, e hanno promosso la ricca eredità culturale dell’Europa. Senza il loro impulso e la loro immaginazione, oggi non vivremmo nel contesto pacifico e stabile dell’Europa che conosciamo.

Queste brevi biografie sono un estratto degli articoli completi disponibili online all’indirizzo: https://european-union.europa.eu/principles-countries-history/history-eu/eu-pioneers_it

Pillola di Coesione #70 – Andiamo a scoprire il progetto del nuovo polo universitario di Aosta, che risponde a numerosi obiettivi dell’UE, cioè essere un edificio green, smart e soprattutto inclusivo

L’UE dal 2013 promuove strumenti per il sostegno dei NEET, in particolare per favorire il loro inserimento in percorsi formativi e professionali. A seguito della pandemia Covid-19, che ha aggravato le condizioni ed i numeri dei giovani in situazioni di fragilità, l’UE ha fissato nuovi obiettivi di riduzione del numero dei NEET per il 2030. La Regione Emilia-Romagna ha recepito questi orientamenti e anche grazie ai finanziamenti europei ha avviato progetti e iniziative locali per rispondere in modo concreto ed efficace ai bisogni dei NEET emiliano-romagnoli.

Per continuare la lettura, clicca sul seguente link https://regioneer.it/vv446e1v

A cura di Europe Direct Emilia-Romagna

Intervista con il sindaco di Tollo, in provincia di Chieti, sul progetto Borghi Ospitali

Il quarto Municipio della Capitale grazie ai fondi europei investe su scuole e territorio